Comunicazione (è) Politica News

Paragone, sponsorizzazioni a raffica per uscire dall’Euro

19/07/2020

Paragone, sponsorizzazioni a raffica per uscire dall’Euro

Paragone rompe gli indugi, investe e va all’attacco.

Certo per un avversario della moneta unica come lui non poteva esserci momento più propizio, tra Recovery Fund e nuova crisi migratoria.

Il senatore, espulso dal Movimento 5 Stelle a inizio anno e ora nel Gruppo Misto, ha già svelato che fonderà un partito. Italianissimo, dunque, ma, come svelato dal Foglio, dal nome british: Italexit. E sembra stia facendo parecchio sul serio, anche considerando che alcuni sondaggi lo accrediterebbero del 10%.

In passato, analizzando gli investimenti di Matteo Renzi in Facebook Ads, potemmo prevedere il suo passo d’addio al Pd¹. Oggi, il dato è relativo a quanto Paragone creda nel proprio progetto. Basta dare un’occhiata ai numeri raccolti da Data Media Hub e che attingiamo al profilo Fb di Pier Luca Santoro, fondatore e project manager.

I politici che hanno speso di più in Fb Ads (fonte: Data Media Hub)

Paragone mette sul tavolo una cifra di tutto rispetto: oltre 22mila euro in 90 giorni (12 aprile – 10 luglio).

Il secondo e il terzo in questa graduatoria (Renzi e la Bernini) insieme arrivano a poco più della sua cifra. D’altronde, la quarantena di Gianluigi Paragone è trascorsa di diretta in diretta. Una costanza incredibile, post continuamente sponsorizzati per crearsi un pubblico di riferimento.

Nell’attesa della creazione, quindi, si va avanti con la narrazione. Venature simil-complottiste (“conoscete uno a cui hanno fatto un tampone?”) e una linea profondamente critica nei confronti del M5S. La sua pagina conta oggi quasi 800mila “mi piace” e i suoi contenuti raggiungono centinaia di migliaia di visualizzazioni (il top 890mila).

Oggi guarda a quella platea di elettori (e di parlamentari) sospesi nel limbo del Movimento e che vedono in Alessandro Di Battista il loro riferimento. Il tifo è per un congresso rimandato alle calende greche, in modo da calamitare deputati e senatori insoddisfatti di questo modus facendi dei pentastellati.

 

¹ Qui la nostra analisi sugli investimenti di Renzi in Fb Ads nell’agosto scorso.


    Written by:



    Leave a comment

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *