News Velocità Media

Comunicazione digitale, formazione per giornalisti a Roma

10/12/2019

Comunicazione digitale, formazione per giornalisti a Roma

Comunicazione digitale sempre più al centro di dibattiti, convegni, corsi di formazione.

Sarà un proprio un corso di formazione, giovedì prossimo, 12 dicembre, a trattare questo tema. “Le Redazioni social: le opportunità del digitale per una giusta comunicazione e informazione deontologica”, questo il titolo dell’evento organizzato da Associazione Stampa Romana.

L’appuntamento è per le 9:00 presso la Biblioteca Centrale “Guglielmo Marconi” del Consiglio Nazionale di Ricerche, in Piazzale Aldo Moro, a Roma. La giornata rientra nell’ambito de “I venerdì di Polidoro” (vai qui per approfondire).

Moderati, appunto, da Tommaso Polidoro, nella prestigiosa location interverranno numerosi relatori.

Tutti parleranno di comunicazione digitale, tema su cui potrà proseguire in seguito la discussione con le decine e decine di giornalisti già iscritti.

Di seguito, il parterre di relatori, che si può visualizzare anche nella foto in calce (l’iscrizione, invece, è possibile da sito Sigef, alla voce “Corsi Enti Terzi”).

La sede del Cnr, a Roma

Francesco Di Costanzo, Presidente Associazione PA Social e direttore cittadiniditwitter.it; Nicola Perrone, direttore Agenzia Dire. Loris Gai, caporedattore Tgr Rai Lombardia; Sergio Talamo, giornalista e direttore Comunicazione Formez PA.

Davide Desario, direttore di Leggo. Luisa Gabbi, giornalista e comunicatrice pubblica, tra i fondatori di PA Social. Nicola Imberti, responsabile redazione web Il Foglio; Alessandra Migliozzi, giornalista e comunicatrice pubblica.

Spiccano nomi di alto profilo, dunque. E spicca anche come PA Social si confermi ancora una volta leader dell’innovazione in comunicazione.

Non a caso, il volume “L’Italia che comunica in digitale – edizione 2019” è pubblicato dall’Osservatorio nazionale sulla Comunicazione digitale, che vede Istituto Piepoli accanto proprio a PA Social. Ed è un volume che riporta lo stato dell’arte del settore.

Come abbiamo scritto qui, sembra si stia erodendo sempre più quello che abbiamo definito “il Muro di Berlino della Comunicazione”. Comunicare in digitale non solo è indicato, ma è anche richiesto dall’utenza. E ciò vale anche per la Pubblica Amministrazione.

Per quasi la metà del campione, la PA dovrebbe utilizzare social e chat per comunicare con i cittadini, anche singolarmente.

Insomma, la comunicazione digitale diventa sempre più centrale, e chi non sta sul pezzo è destinato a rimanere tagliato fuori.

La locandina del corso di formazione del prossimo 12 dicembre

    Written by:



    One comment
    Leave a comment

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.