Comunicazione (è) Politica

Salvini atterra su TikTok, ma l’esordio è un passo falso

13/11/2019

Salvini atterra su TikTok, ma l’esordio è un passo falso

Salvini su TikTok non è che la nuova frontiera della comunicazione politica applicata ai social.

La scelta della “Bestia” (qui un’analisi del suo lavoro) di atterrare sulla piattaforma cinese che spopola tra i giovanissimi è il chiaro segno dell’obiettivo dell’ex ministro dell’Interno. Pescare tra il pubblico meno attempato (tendenzialmente anche molto lontano da lui).

Un obiettivo, dunque, che tende ad ampliare la platea elettorale . Del futuro, però, visto che si scende di età. Tuttavia, proprio per questa ragione, pare a prima vista stonata la scelta dei primi video pubblicati, tutti e tre molto brevi – come previsto dal format del social.

Video che possono essere visti come tre spot per presentare Salvini su TikTok.

Tre manifesti. Nel primo, il leader della Lega afferma che “in Italia non si entra senza documenti, perché così si fa in un Paese civile”. Il secondo lo mostra mentre stringe la mano di alcuni poliziotti. In sovraimpressione, la scritta “Onore alle forze dell’ordine”.

Da vero ministro dell’Interno inside. (continua dopo la foto)

L’immagine pubblicata da Pier Luca Santoro su Data Media Hub

Battute a parte, dicevamo che il tone of voice di questi contributi non sembra propriamente adatto al target cui TikTok fa riferimento. In Italia esso è formato da giovanissimi, in prevalenza donne (65 per cento). Insomma, sembra più un investimento sul futuro che un “pago e prendo”.

In ogni caso, pare strano che la macchina comunicativa del “Capitano” possa aver sottovalutato questo elemento. Piuttosto, viene da pensare che col tempo e con l’abitudine da parte degli utenti, l’ex inquilino del Viminale possa schiodarsi dai pessimi numeri dei primi giorni, fotografati da Pier Luca Santoro sul suo Data Media Hub (qui).

Stamane erano in 1436 a seguirlo. I “mi piace” accumulati erano 940, e le visualizzazioni dei video circa 22mila. Non moltissimi, anzi un esordio da buco nell’acqua, considerata la vasta eco che ha avuto e i numeri che mette insieme sugli altri social.

Ma c’è da scommettere che, a cascata, Salvini anche su questo saprà tirarsi dietro gli altri politici.

Infatti, è il primo leader italiano a decidere di atterrare su TikTok. Il che non è per forza di cose un cattivo investimento, come verrebbe da pensare guardando ai numeri. Si tratta pur sempre della app di social che prima di tutte le altre ha raggiunto il miliardo tondo di utenti.

E ad oggi pare essere l’unica in grado di mettere in difficoltà lo strapotere dei social “per vecchi”.


    Written by:



    3 comments
    Leave a comment

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.