Comunicazione (è) Politica News

Renzi e Salvini, San Valentino anche per loro?

14/02/2020

Renzi e Salvini, San Valentino anche per loro?

Renzi e Salvini: avviate le grandi manovre di avvicinamento?

A detta di molti, sì. Un Salvini mediamente più moderato nei toni rispetto a mesi fa e un Renzi che prova a sganciarsi dal governo possono essere due indizi. Che non fanno una prova, ma un’ipotesi.

Mi sono divertito, quindi, ad ascoltare le ultime dichiarazioni del leader di Italia Viva. In particolare, ho prestato attenzione all’intervento di ieri sera nel corso di “Dritto e rovescio”, trasmissione di Paolo Del Debbio su Rete 4.

Dice, perché proprio quella? Semplice: il pubblico è tendenzialmente destrorso, e d’altra parte la Rete è la più sovranisteggiante del panorama televisivo (Del Debbio, Porro, Giordano).

Tanto che in molti hanno ironizzato sull’assidua presenza di Matteo Salvini in quello studio, dicendo che spesso il leader della Lega invita Del Debbio. Ma insomma, il contesto è questo, arricchito dal particolare che tanti politici di centrosinistra, tra cui il presidente del Consiglio, restituiscono gli inviti al mittente.

Dicevamo di Renzi e Salvini, e dell’intervento del primo in trasmissione.

Matteo Salvini e Matteo Renzi s’incontrano (s’incontreranno?) in Senato

Ascoltatelo parlare della polemica col governo (collegamento in calce), vi renderete conto di strane assonanze con il dopo Papeete. Ecco un confronto molto veloce.

Salvini dopo lo strappo consumato con il M5S: “Preferisco l’onore alle poltrone, gli do sette ministeri ma mi tengo la mia dignità”.

Renzi ieri sera a “Quinta colonna”: “Se mi chiedono: rinunci a due poltrone in cambio di un principio, io rinuncio volentieri a due poltrone in cambio di un principio. Non cambio le mie idee sulla Giustizia semplicemente perché devo tenere due sgabelli”.

Salvini spesso e volentieri: “Se noi siamo brutti, cattivi, razzisti, fascisti, nazisti, ma cosa c’avete fatto a fare il governo con noi?”.

Renzi ieri sera a “Quinta colonna”: “Se noi siamo brutti, cattivi, antipatici, molesti, ricattatori, maleducati, prendan qualcun altro, ‘un m’offendo mica, eh?”.

Insomma, se non possiamo parlare di assonanza, almeno di convergenza dialettica sì. Che poi sia diretta all’elettorato o al leader della Lega, è da vedere.

L’ipotesi che sia un San Valentino anche per Renzi e Salvini, tutto sommato, non è così remota.

  • Qui il video dell’intervento di Renzi a “Dritto e rovescio”.
  • Per la nostra analisi sul confronto a “Porta a porta” tra Matteo&Matteo vai qui.

    Written by:



    Leave a comment

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *