News Velocità Media

Smart working, Sky Tg24 alla lettera: ecco il tg da casa

10/04/2020

Smart working, Sky Tg24 alla lettera: ecco il tg da casa

Smart working, Sky Tg24 fa sul serio.

A qualcuno verrebbe in mente di dire che la cosa gli sta sfuggendo di mano. Ma non possiamo non notare che il modo in cui le testate stanno adottando il lavoro agile stia acquisendo via via connotati sempre più realmente “domestici”. Il Tg2 di Gennaro Sangiuliano sta dedicando quotidianamente un servizio, solitamente di chiusura, alla situazione all’interno delle redazioni.

Agenzie di stampa, quotidiani, settimanali. Stanzoni vuoti, presidiati solo dai direttori, rigorosamente in videoconferenza con i responsabili di settore.

Ligia dal primo momento alla raccomandazione dello smart working, Sky Tg24 presenta qualche particolarità che non possiamo lasciare inosservata.

Mariangela Pira

I giornalisti continuano a frequentare la redazione, ma alcuni degli appuntamenti giornalieri sono in realtà dei collegamenti da casa.

È il caso, ad esempio, della striscia mattutina di Mariangela Pira. Dal divano del salotto o dalla scrivania del suo studio anziché dalla sua postazione accanto al conduttore del tg, la collega “sardomondista” prova a rendere l’economia una materia masticabile per tutti.

Con l’ormai celebre stampa “Enjoy Life” alle sue spalle, Mariangela ci parla di Nasdaq, Dow Jones, indici e borse varie, oltre a trattare – “in maniera apolitica e apartitica” – uno specifico tema al giorno (non prima di esserselo studiato tutta la notte).

Fabio Vitale nel primo tg da remoto

La professionalità e la competenza sono chiare, ma stare a casa ormai è uno stato d’animo. Gli occhiali persi e ritrovati tra i capelli sono un evidente segnale che la quarantena è quarantena per tutti. Sono la spettacolare rappresentazione della quotidianità, in cui tutti ci siamo immedesimati.

Come detto, a Sky Tg24, a partire dal direttore Giuseppe de Bellis hanno preso davvero sul serio il concetto di lavoro da casa. Fabio Vitale, un altro giornalista di punta della redazione, ha dato il via il 3 aprile a “Sky Tg24 – Sky a casa”. Un’edizione del tg, alle 15:30, con titoli, servizi, ospiti, collegamenti. Il tutto dalla sua dimora. “Non è lo studio, ma il mio appartamento”, ha precisato il primo giorno.

Quello che ci chiediamo, in maniera naturale, è quello che sarà il dopo. Resisterà questo tipo di organizzazione del lavoro? Di certo non si può dire che Sky, impegnata nel veicolare il messaggio “Io resto a casa”, non stia dando l’esempio.

  • Qui per vedere la prima diretta da remoto di un tg
  • Le pagina social di Mariangela Pira: Fb e Linkedin

    Written by:



    Leave a comment

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.