News News Velocità Media

Safer Internet Day 2020, quanto è sicura la nostra mail?

11/02/2020

Safer Internet Day 2020, quanto è sicura la nostra mail?

Safer Internet Day 2020: mai così tanta attenzione alla sicurezza in rete.

Studi recenti dicono che il 90% degli studenti ha affrontato il problema a scuola. Un ottimo risultato, perfettibile ma già largamente positivo.

Va detto, infatti, che le insidie della rete sono ovunque. Non vogliamo qui affrontare quelle riguardanti la parte sociale – cyberbullismo su tutte.

Qui vogliamo soffermarci su un tema che riguarda ciascun fruitore della rete, nessuno escluso: la sicurezza della propria mail.

Nel Safer Internet Day 2020 ne abbiamo parlato con Michelangelo Bonessa.

Giornalista milanese, direttore di Osservatoriomeneghino.info, Bonessa è un grande esperto della sfera più tecnologica della nostra professione. E, non a caso, è uno dei protagonisti del nostro percorso Velocità Media Élite, che vedrà la luce tra pochissime settimane.

La mail è uno dei sistemi digitali più diffusi al mondo: chiunque ha almeno una casella di posta elettronica”, premette Bonessa. “Ma anche in questo caso, come nel caso dei social, l’obiettivo è quello delle grandi piattaforme è quello di attingere dati. I nostri dati”.

La profilazione oggi è sinonimo di ricchezza. E, considerando le stime sul patrimonio di Larry Page (fondatore di Google, ndr), sappiamo quanto questo sia vero”.

Michelangelo Bonessa, direttore di Osservatoriomeneghino.info: nel nostro percorso Velocità Media Elite parlerà in tre lezioni differenti proprio di cybersecurity

Entrando nel dettaglio: “Gmail è uno dei migliori servizi di posta elettronica, ma è anche uno dei meno conosciuti dai suoi stessi utenti. Ad esempio, molti non sanno che la classica mail che inviamo, che si può stampare e inoltrare, può essere anche privata di queste caratteristiche”.

Lo scopo, come detto, è conoscere abitudini e stili di vita dei fruitori, così da sapere anche, banalmente, in quali orari sono soliti accendere il pc e, dunque, quando inviare loro una mail.

“Il controllo delle informazioni è l’essenza della cybersecurity”, afferma ancora Bonessa. “Quando si parla di cybersecurity, si è soliti pensare a qualche film dove degli hacker smanettano su computer collegati a chissà quali cervelli di calcolo”.

Se violare i sistemi non è così semplice, catturare una password lo è. “Ci sono anche dei sistemi a pagamento, relativamente economici, che consentono di farlo”.

Il rimedio, ci permettiamo di consigliare, è altrettanto banale: cambiarla frequentemente.


    Written by:



    Leave a comment

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *